Nella attività professionale attuale il mal di schiena è, senza dubbio, il  “nemico” principale, infatti, su 10 pazienti visitati, almeno 7 sono affetti da patologia della colonna sia essa lombare che cervicale.

Per fortuna, oggi la tecnologia ci mette a disposizione tante “armi” sia nell’ambito fisioterapico che nell’ambito chirurgico dove è sempre più emergente la cosiddetta chirurgia mini invasiva; dimentichiamo però spesso un aspetto importante, il riposo notturno.

Riposare su materassi scomodi sia troppo rigidi che troppo morbidi diventa un riscontro comune e, di fatto, un’ulteriore spina irritativa per la patologia della colonna.

Come ovviare al problema?

Partendo dal presupposto che in medicina esiste l’individuo, e, quindi, ciò che risulta comodo per me magari non lo è per un altro individuo, è sempre difficile consigliare al paziente il cosiddetto “materasso definitivo”.

O almeno lo era, infatti, da quando ho avuto modo di conoscere professionalmente il materasso in viscoelastico Vitha Group, sia nella metodica di costruzione, di alta tecnologia, sia sotto l’aspetto progettuale, ed ho iniziato a testarlo sui miei pazienti, sopratutto quelli più difficili, ho avuto solo feedback positivi ed è stato di grande soddisfazione professionale essere ringraziato dai miei pazienti per aver loro restituito il “sonno ristoratore”.

Durante il sonno, infatti, il nostro organismo ricarica la sua riserva di endorfine che sono il nostro antidolorifico naturale, senza riposo il livello resta basso ed il dolore non sparisce.

Ecco perché riposare bene è fondamentale ed ecco perché oggi ai miei pazienti consiglio con la massima serenità il materasso Vitha Group.

Il Dottor Rossi offre una visita gratuita per tutti i clienti Vitha Group

Prenota la visita